La Storia

La Canottieri Sanremo A.S.D. è sorta, ufficialmente, nel lontano 1933 e la sua formale costituzione, con atto notarile registrato a Sanremo, risale al 22 settembre 1946.

Nella mattinata dell’11 dicembre 1932 venne inaugurata con una modesta ma significativa cerimonia, la sede della recente costituita Società Canottieri. La sede veniva ricavata nell’hangar della SITAR ed era costituita da un ampio salone, dove si vedono tre imbarcazioni (una yole mare a quattro, una yole mare a due e uno skiff) e da un locale per la segreteria.

La carica di Presidente della Canottieri veniva affidata all’Ing. Stefano Canepa, apprezzato e noto professionista e marinenco verace.

Negli anni seguenti l’amministrazione comunale decise di demolire l’hangar, per dare più spazio e respiro al piazza recuperando una via di scorrimento al mare. Inizialmente le imbarcazioni in dotazione vennero, provvisoriamente, sistemate al piano terra del vecchio mulino Bianchi, una sistemazione precaria e disagevole vista la lontananza dalla riva.

Grazie alla generosa e sportiva ospitalità dei concessionari dello stabilimento Morgana si poté progettare un’ampia sede per la Canottieri, ma il sopraggiungere degli eventi bellici fermò ogni iniziativa di sistemazione futura della Società. L’attività della Canottieri continuò, quindi, sotto le arcate dello Stabilimento Morgana.

Nel 1945, alla fine della guerra, si dovette cercare una nuova sistemazione dovendo lo stabilimento Morgana essere restaurato ed ampliato.

Venne quindi intravista la possibilità di realizzare la sede sulla scogliera del pennello alla foce del Torrente San Francesco ove erano rimaste le macerie di un bunker costruito, a suo tempo, dai soldati tedeschi. I più volenterosi, quindi, si misero subito all’opera e dopo aver ottenuto i regolari permessi e concessioni ripulirono la zona ove attualmente è ubicata la sede e costruirono un capanno in muratura dove trovarono sistemazione le imbarcazioni, gli spogliatoi, i servizi ed una saletta per le riunioni e la segreteria, oltre ad un piccolo laboratorio di falegnameria dove esercitava la sua abile ed efficiente attività il maestro d’ascia Mario Albarelli.

Nel 1946 vennero, quindi, rinnovati davanti al notaio, con tutte le garanzie e norme di legge, lo Statuto e la formazione della Società.

Nel contempo l’attività sociale era mutata con la presenza di nuovi soci giovani e appassionati orientati al campo agonistico e competitivo con la partecipazione a regate di livello regionale, nazionale ed internazionale.

Era, poi, giunta l’affiliazione alla F.I.C. e si formarono alcuni equipaggi con allenatore l’ex vogatore Andrea Viglione, sostituito successivamente da Antonio Manente.

Nacque anche una sezione femminile che seppe farsi onore parimenti a quella maschile. Nel 1954 l’equipaggio femminile componente una yole a 4 femminile si aggiudicò il titolo nazionale della specialità oltre ad altri due titoli assegnati ai nostri equipaggi femminili. Nel 1961, poi, la Sezione femminile conquistò a Milano l’ultimo titolo nazionale prima di cessare l’attività.

In seguito subentrò, come allenatore, un ex campione di fama nazionale, Giuseppe Conrotto, al quale succedette un suo allievo, l’attuale allenatore Livio Rubino, affiancato negli anni novanta e fino al 2008 da Renzo Tacchini, il quale si prese particolarmente cura di allievi e cadetti che ottennero magnifici risultati in tutte le manifestazioni in cui presero parte. Ricordiamo, poi, che negli anni ottanta allenatore della Canottieri Sanremo fu Stefano Balbo che ottenne buoni risultati con allievi e cadetti ed atleti come Giovanni Buquicchio, Andrea Ramella, Stefano Ottazzi e molti altri ancora.

Lo sviluppo societario portò all’acquisto di imbarcazioni da regata, canoini, yole a due, quattro e grazie ai soci al magnifico yole a otto che, ancora oggi, giganteggia all’ingresso della sede.

La sede sociale vide, poi, ulteriori sviluppi tra cui la trasformazione della soletta in eternit con una soletta in cemento, sorretta da muri di sostegno costruiti all’argine destro del torrente San Francesco, dove trovarono sistemazione una serie di spogliatoi, la segreteria ed un bar/ristorante.

Venne presto costituita una sezione motonautica “Motonautica Riviera dei Fiori”, con affiliazione, nell’anno 1953, alla FIM e alla UIM. Vennero organizzate numerose gare agonistiche di FB Sport, Rally di entrobordo e gare di Off-shore a livello nazionale ed Europeo.

Vennero, quindi, costruiti gli scivoli ed un pontile, per una cinquantina di metri, lungo la direzione del pennello ove trovarono ormeggio alcuni tipi d’imbarcazione. (motobarche, gommoni, cabinati da diporto). A seguito dell’allungamento, da parte delle autorità competenti, del pennello antistante la sede per oltre cento metri con relativa testa di martello a protezione del bacino portuale si procedette all’ancoraggio del pontile, inizialmente in tubi innocenti e passerelle con tavolati di legno ed inseguito ancorato su fondamenta da palificazioni cementate.

A seguito di corto circuito che causò l’incendio della parte superiore della sede, si procedette al ripristino del tutto in muratura, ricoprendo la parte lungo il lato destro del corso del torrente ricavandone uno spazio sistemato, oltre a ricovero di imbarcazioni, a spogliatoi per gli atleti, servizi, docce, un locale per motori FB e la segreteria con realizzazione sopra il capannone di un’ampia terrazza.

Sulla banchina, nella zona adiacente allo scivolo pubblico, venne realizzata una gru elettrica della portata di tre tonnellate.

Una delle manifestazioni che ha dato lustro alla società è, sicuramente, il Trofeo Montecarlo, una competizione Liguria – Provenza la cui prima edizione risale al 26 giugno 1955, con la partecipazione di equipaggi francesi. Successivamente la manifestazione venne rimpiazzata dal Trofeo Vacchino, riservato ai giovani under 14, gara inserita nel calendario nazionale della Federazione ed oggi giunta alla sua XXXIV Edizione.

Nel 1980 la Società si affiliò alla FICK e diede inizio alla attività canoistica ottenendo, negli anni, ottimi risultati.

Sempre in quegli anni, venne gettato in mare, nella zona antistante la sede, un pontile galleggiante gestito in comune dalla Canottieri Sanremo e dallo Yacht Club.

Negli anni la Canottieri Sanremo ha conquistato una serie di coppe e di trofei. Inizialmente, dalla sua fondazione al termine del conflitto mondiale, l’attività sportiva era limitata ad amichevoli competizioni, ma successivamente iniziarono le prime vere e proprie regate con trasferte spesso avventurose.

Inizialmente le regate, a Sanremo, si svolgevano nel bacino d’acqua non ancora occupato da Portosole su percorsi di 1000 e 2000 metri, con due tratte di 500 o 1000 metri ciascuno e giro di boa all’altezza di San Martino o de La Brezza.

La società negli anni cresce con successi organizzativi e competitivi; regate regionali e nazionali, la nascita dei trofei Montecarlo Liguria – Provenza e Riviera dei Fiori che vedevano la partecipazione di equipaggi provenienti dalla Francia.

La Canottieri Sanremo, negli anni, ha conseguito innumerevoli risultati nel canottaggio

  • Nel 1958 e 1959 il nostro equipaggio, composto da Onorato Lanza, Narciso Albarelli, Ricki Bruno e Dodo Bruno, con timoniere Pippo Corte, a Marsiglia si aggiudicò la Coppa di Natale e, l’anno successivo, si classificò quarto ai Campionati Italiani svoltisi nelle acque del Lago di Como;
  • Nel 1968 il “Quattro con” di Cella, Albarelli, Bruno, Tommasini, con timoniere Priolo arriva in finale ai Campionati Italiani;
  • Nel 1969 la Canottieri Sanremo vince il Campionato Italiano di Società;
  • Nel 1970 il “Due con” Bruno e Albarelli con timoniere Morandi vince il Campionato Italiano assoluto di specialità ed il Campionato Italiano di Società, dopo aver conquistato la gara internazionale “Bosbaan Regatta” ad Amsterdam. Nello stesso anno il “Due senza” di Tacchini e Fiore arriva quinto al Campionato Italiano Seniores.
  • Nel 1971 il “Due con” di Borghi e Tomatis, con timoniere Chiarchiaro arriva secondo ai Campionati Italiani Juniores di Castel Gandolfo.
  • Nel 1973 il “Quattro con” di Battaglia, Rolando, Pansecchi, Mortarotti, con timoniere Chiarchiaro arriva quinto al Campionato Juniores in “fuori scalmo” ed al secondo posto nel Campionato Italiano in yole da mare a Ravenna dove si qualifica terzo con il “doppio canoe” di Squillace e Arcostanzo;
  • Nel 1974 il “Quattro Yole” di Battaglia, Rolando, Pansecchi e Mortarotti” e l’otto Yole di Battaglia, Rolando, Pansecchi, Mortarotti, Filippi, Rambaldi, Bracco, Tomatis, con timoniere Cicogna conquista la medaglia di bronzo ai Campionati Italiani in yole da mare sul lago di Chiusi;
  • Nel 1976 Renato Alberti e Giovanni Risso, nel “Due con”, con timoniere Musso vincono a Sabaudia la Gara Nazionale Junior e giungono quinti ai Campionati Italiani a Mantova;
  • Nel 1977, invece, Renato Alberti e Giovanni Risso, con timoniere Musso, sono medaglia d’argento ai Campionati Italiani Juniores a Varese e vincono a Gavirate la selezione per i Campionati Mondiali a Tampere – Finlandia – dove si aggiudicano la medaglia di bronzo;
  • Nel 1978 Renato Alberti vince il Campionato Italiano Assoluto con il “Quattro con” misto Sanremo – Moto Guzzi;
  • Nel 1979 e 1980 Renato Alberti vince altri quattro Campionati italiani in “Quattro con” e “Otto con”.
  • Nel 1980 Franco Camplese, chiamato a far parte del “Quattro con” Juniores ai Campionati Mondiali di Jezewinckel in Belgio classificandosi settimo assoluto;
  • Nel 1999 Renato Alberti giunge terzo nel Campionato Italiano Assoluto del mare in canoino;
  • Nel 2005 Gaia Garello giunge seconda nel Campionato Italiano Ragazzi in singolo, ed in doppio con Lunardi Anna a Eatoh – Gran Bretagna – giunti settimi e quinti nelle due prove della “Coupe de la Jeunesse” riservata a 12 nazioni Europee;
  • Nel 2006 Gaia Garello, in maglia azzurra, giunge terza al Memorial D’Aloia e sesta nel campionato Italiano Junior sempre in singolo ed infine terza, sempre in singolo, al Campionato Italiano di Società. Sempre nel 2006 il doppio Alberti G. e De Carli giungono secondi al Campionato Italiano Ragazzi ed il doppio De Carli e Scarpati conquistano la medaglia di bronzo al Campionato Italiano di Società;
  • Nel 2007 Gaia Garello giunge prima nella finale del sabato e seconda in quella della domenica, in singolo, alla “Coupe della Jeunesse” oltre a qualificarsi terza nel campionato italiano pesi leggeri e prima al II Meeting Nazionale di Piediluco. Nel doppio De Carli e Scarpati giungono quinti al Campionato Italiano Junior ed Alberti G. partecipa, come riserva, al Campionato Mondiale Juniores;
  • Nel 2008 Alberti G. giunge quarto ai Campionati Mondiali Juniores in “Otto con” e nel doppio Alberti G. e De Carli giungono secondi al Campionato Italiano Juniores;
  • Nel 2010 il “Quattro di coppia Cadetti” con Corsa Nicolò, Mager Riccardo, Bosco Zeno e Baratta Marco vincono il tricolore.

Altri importanti risultati sono stati ottenuti dagli atleti della canoa, tra cui:

  • Nel 1982 viene vinto il Campionato Italiano Ragazzi K1 con Guido Revelli e con Monica Albarelli;
  • Nel 1983 Albarelli Monica e Guido Revelli, ai mondiali Junior in Polonia, ottengono, rispettivamente, un nono posto in K4 ed un quinto posto in K1;
  • Nel 1983 e nel 1984 Revelli si aggiudica il titolo assoluto nel K Junior;
  • Nel 1985 a Mantova, Guido Revelli e Gianluca Guagno, conquistano il Campionato assoluto di K2 Senior.
  • Nel 1988 Albarelli Maura e Ghirardo Marghy conquistano il secondo posto ai Campionati Italiani di fondo a Mergozzo;
  • Nel 1988 Daniele Siri vince i Giochi della Gioventù Nazionali di Roma;
  • Nel 1989 Albarelli Maura e Ghirardo Marghy conquistano il secondo posto ai Campionati Italiani K2 Junior 500 a Mergozzo;
  • Nel 1996 il K4 Senior di Revelli Guido, Albarelli Luca, Garuti Corrado ed Albarelli Davide, giungono terzi ai Campionati Italiani Assoluti sui 200 metri a Milano;
  • Nel 2008 il K4 composto da Riccardi Elia, Capello Marco, Di Marcoberardino Luca e Magrini Andrea conquista il terzo posto ai Campionati Italiani di fondo e nel K2 Di Marcoberardino Luca e Capello Marco conquistano il bronzo nel Campionato Italiano; Embiraco Amanda quarta classificata ai Campionati Italiani in K1 veste la maglia azzurra nell’Internazionale di Auronzo vincendo con il K4 Junior sia i cinquecento metri che i mille metri;
  • Nel 2009 il K2 composto da Di Marcoberardino Luca e Capello Marco giungono secondi al Campionato Italiano.

Il settore della “canoa” è stato seguito, nel corso degli anni, da Pizzamiglio Amedeo ed Amabile Enrico ed attualmente è allenato da Monica e Davide Albarelli.

Brillanti affermazioni, poi, sono state ottenute dal canoista Paolo Tommasini che conquistò l’accesso ai Mondiali Assoluti di Parigi e partecipò, nelle Fiamme Gialle, al Campionato Mondiale Juniores 1000 metri in Canada. Successivamente venne convocato per le Olimpiadi del 1992 a Barcellona gareggiando con un K4 misto e giungendo alle semifinali.

Anche la sezione motonautica, nel contempo, svolge un’intensa attività con organizzazione e partecipazione a campionati Italiani ed Europei di fuoribordo ed entrobordo sport.

Nel 1972 e 1974, infatti, vengono organizzate, percorso Sanremo – Isola di Gallinara, prove di campionato italiano ed europeo di Off-shore, oltre ad altri Rally motonautici.

Negli anni 2006/2007 la sede della Canottieri Sanremo è stata completamente rinnovata con potenziamento delle dotazioni nella palestra e rifacimento ex-novo degli spogliatoi, docce e servizi igienici.

Nel 2008, poi, la Canottieri Sanremo ha organizzato, a Sanremo, in collaborazione con la Federazione Italiana Canottaggio ed il CONI, il II Campionato Mondiale per club di Coastal “World Rowing Coastal Championships”.

Nel 2011 si è provveduto, anche a seguito delle recenti mareggiate, ad apportare ulteriori migliorie alla sede sociale della Canottieri Sanremo sostituendo il precedente pontile di accesso al mare in legno con un pontile in ferro zincato al fine di garantire maggiore sicurezza agli atleti della società e favorirne l’attività sportiva.

In campo organizzativo, attualmente, la Canottieri Sanremo organizza le seguenti manifestazioni:

  • Cimento Invernale” giunto nel 2016 alla sua 43a edizione”.
  • Trofeo Aristide Vacchino”, dedicato ai soci fondatori, riservato ai giovani under 14, giunto nel 2015 alla sua XXXIV edizione;
  • Traversata Remiera Sanremo – Montecarlo”, organizzata in collaborazione con la Societè Nautique de Monaco, giunta alla sua XII edizione.
  • Trofeo Arnaldo Albarelli”, regata regionale aperta mt. 200 canoa giovani sprint, giunto nel 2015 alla sua V edizione”.

Nel 2012 l’Ufficio Controllo Direzione Provinciale di Imperia ha effettuato un verbale di constatazione per una verifica della situazione economica e contabile dell’ente e della corretta determinazione della base imponibile ai fini fiscali dell’II.DD. (Imposte dirette) e dell’I.V.A. e ogni controllo ritenuto utile ai fini fiscali.

Con l’assistenza e le memorie degli Studi Semeria e Associati di Sanremo e lo Studio Rag. Pietro Canta di Imperia l’esito dell’accertamento non ha portato ad alcuna notifica sanzionatoria nei termini prescrittivi, precedente che dimostra la corretta interpretazione del dettato normativo ai fini dell’II.DD (imposte dirette) e dell’IVA nella tenuta delle scritture contabili dell’associazione.

Nel quadriennio si è provveduto a “Manutenzioni Ordinarie e Straordinarie” della sede e del pontile per un importo di oltre 130.000,00 €.

Dal 2011 al 2015 importanti risultati sportivi sono stati ottenuti dalla Canottieri Sanremo A.S.D.

Nel canottaggio:

  • 2011 – Campionati italiani ragazzi: Corsa – Mager nel due senza ragazzi si piazzano al 1° posto della semifinale e al 7° posto nella finale; al termine della stagione, l’allenatore Livio Rubino viene nominato dalla FIC socio benemerito.
  • 2012 – Campionati italiani ragazzi: Corsa – Mager nel due senza ragazzi si piazzano al 3° nella finale;
  • 2013: Corsa – Mager nel due senza junior giungono al 4° posto nella finale dei Campionati italiani junior e al 2° posto nella Coppa Italia Open;
  • 2014: Corsa – Mager nel due senza junior si laureano Campioni italiani junior. Tale risultato apre le porte della selezione azzurra ai due ragazzi i quali parteciperanno: prima ai campionati Europei junior dove Corsa nell’otto conclude al 6° posto e Mager nel quattro con si piazza al 2° posto; poi, ai campionati Mondiali junior, dove Mager giunge 3° nell’otto +; infine, alle Olimpiadi giovanili di Nanchino, dove Mager nel due senza si piazza al 9° posto.
  • 2015: l’attività di Coastal Rowing della Canottieri Sanremo, cresciuta sotto la spinta di Renato Alberti, ai campionati italiani assoluti e Master di Coastal Rowing, vince la classifica generale per società confermandosi leader assoluto nazionale nella disciplina.

Nella canoa:

  • 2012 – i ragazzi e le ragazze dell’allenatrice Monica Albarelli, con 29 titoli Liguri di categoria, si aggiudicano il Campionato Ligure di Società e al termine della stagione sono al 4° posto nella classifica Nazionale Canoa Giovani. Ai Campionati Italiani, Ruggeri Cristian si piazza al 2° posto nel k1 ragazzi;
  • 2013 – con 37 titoli Liguri di categoria, ancora una volta i canoisti della canottieri Sanremo vincono il Campionato Ligure di Società e, successivamente, si classificano al 3° posto ai Giochi della Gioventù Nazionali tenutisi a Castel Gandolfo. Al Campionato Italiano: 3° posto nel k1 500 ragazzi per Ruggeri Cristian; 1° posto nel k1 Master per Albarelli Davide e nel k2 Master per Albarelli Maura e Tosi Barbara;
  • 2014 – con 34 titoli Liguri di categoria, la Canottieri Sanremo si aggiudica per la terza volta consecutiva il Campionato Ligure di Società e al termine della stagione è vincitrice della classifica Nazionale Canoa Giovani. L’allenatrice Monica Albarelli viene insignita dal CONI Nazionale della Palma di Bronzo per meriti tecnici. Nella gara Internazionale ad Auronzo di Cadore, il k4 formato da Revelli – Perego – Ruggeri e Willy giunge al 3° posto; nel Trofeo Coni Nazionale, Sparneri e Grossi Bianchi si piazzano al 2° posto; infine, Albarelli Maura e Tosi Barbara si aggiudicano il Campionato Italiano nel k2 Master.
  • 2015 – con 36 titoli Liguri di categoria, la Canottieri Sanremo A.S.D. si aggiudica per la quarta volta consecutiva il Campionato Ligure. Al Trofeo CONI Nazionale, Siciliano Samuele si piazza al 1° posto nel 4,20 prima sui 200 metri, poi, sui 1000 metri; nella gara Internazionale di Auronzo di Cadore, il k4 senior di Sisia, Parodi, De Lauretis e Micillo si aggiudica la medaglia d’argento; al Campionato Italiano di fondo 5000 metri, il k4 ragazze formato da Ballestrieri, Micillo, Rollo e De Lauretis, giunge al 3° posto; infine, il k2 di Davide Albarelli e Rossi Luca si aggiudica il Campionato Italiano Master.

I soci della canottieri negli ultimi anni sono aumentati ed il 2015 – 2016 rappresenta l’anno record con oltre duecento soci.